Salone dello Studente, XXIV edizione

Salone dello Studente: nei primi tre giorni lo hanno visitato 1500 ragazzi

Sono 1500 gli studenti, appartenenti ad oltre 70 classi delle scuole secondarie di primo della provincia e territori circostanti che, da mercoledì ad oggi, hanno visitato il Salone dello Studente Junior al Centro Culturale Santa Maria della Pietà. Domani, sabato 23 novembre, gran finale della manifestazione con lo Speciale Sabato per tutti: dalle 14.30 alle 19 il Salone dello Studente Junior aprirà le sue porte alle famiglie e alla cittadinanza tutta. Sempre domani, alle 15, l’Assessore all’Istruzione Maura Ruggeri illustrerà i risultati di questa XXIV edizione. Seguirà un approfondimento, dedicato alle famiglie, dal titolo Scegliere: una questione di famiglia nel corso del quale la psicologa dell’orientamento Federica Frosi fornirà ai genitori consigli e strumenti per accompagnare i figli nella definizione del percorso scolastico più adatto a valorizzarne le capacità.

In questi tre giorni i ragazzi impegnati nella scelta della loro strada per il futuro tra gli stand delle scuole secondarie di secondo grado e degli enti di formazione professionale non hanno solo raccolto informazioni, ma hanno potuto confrontarsi, oltre che con i docenti, anche con altri studenti che, come loro, negli scorsi anni, si sono trovati a prendere una decisione e oggi partecipano al Salone in rappresentanza dei rispettivi istituti di istruzione superiore. Inoltre, prima o dopo la visita all’area espositiva, i ragazzi hanno partecipato ad alcune delle numerose attività proposte nei vari laboratori incentrati su orientamento, scelta, competenze, problem solving e metodo di studio, ma anche cultura, prevenzione e sicurezza apprezzamento e una viva partecipazione.

ORIENTAMENTO – Numerose sono le attività proposte dal Servizio Orientamento dell’Informagiovani del Comune di Cremona. Nel corso del laboratorio Problem solving e scelte per il futuro, la psicologa Silvia Gorno ha spinto i ragazzi a riflettere su come potenziare le capacità decisionali e la gestione efficace della scelta attraverso l’abilità di problem solving. A seguire, i ragazzi, suddivisi in piccoli, sono stati guidati nelle diverse fasi di analisi della situazione problematica, valutando pro e contro di ogni scelta ed hanno potuto allenarsi alla definizione di obiettivi e di idee risolutive. L’esperta in orientamento Elena Bassi ha condotto due diversi laboratori: La strada verso la scelta, incentrato su dinamiche e fattori interni ed esterni che influenzano il passaggio verso la scuola secondaria di secondo grado e La mia vita in un CV: come raccontare chi sono e cosa so fare, dedicato al tema delle competenze fondamentali che ogni persona dovrebbe possedere per orientarsi in una società complessa e dinamica come quella attuale; la mancanza di queste competenze può ridurre ed ostacolare l’accesso ai percorsi di apprendimento e al mondo del lavoro. Nel laboratorio Do it now: organizza al meglio il tuo tempo!, condotto dalla psicologa Valentina Ceriali, i ragazzi sono stati guidati in una riflessione sulla loro esperienza per acquisire maggiore consapevolezza su come agire di fronte agli impegni e per conoscere alcune strategie utili ad organizzare efficacemente i tempi dello studio e gli spazi per le proprie attività. Attraverso l’uso dell’audiovisivo, con il laboratorio Cortometraggi… che passione!Luca Beltrami, partendo dagli spunti offerti da alcuni cortometraggi, ha cercato di far riflettere i ragazzi sulle dinamiche che accompagnano il momento della scelta, non solo quella più prossima del percorso scolastico, ma più in generale nella vita. “Il cortometraggio – sottolinea al riguardo Luca Beltrami – è caratterizzato da un linguaggio immediato, che mette in gioco alcune valenze emotive in grado di coinvolgere l’attenzione dei più giovani e quindi risulta più semplice trasmettere loro alcuni messaggi”.  Sempre in tema di orientamento, la Provincia di Cremona ha proposto il laboratorio Se impariamo a decidere, saremo pronti a scegliere, condotto da Paola Feriancich, Emanuela Rinaldi e Paola Spanu. “L’obiettivo dell’attività – afferma Emanuela Rinaldi – è aiutare gli studenti a riflettere sulla scelta del percorso di studi, su alcuni aspetti che possono essere di aiuto oppure ostacolare questo percorso, su quali possono essere gli strumenti e le strategie da utilizzare per renderlo meno complesso. La modalità del laboratorio è interattiva e coinvolge tutti i ragazzi attraverso alcuni lavori di gruppo”.

SALUTE – L’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) della Val Padana, avvalendosi della collaborazione dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) di Cremona, nel corso di queste mattine ha proposto alle classi in vista alcuni laboratori che hanno messo al centro dell’attenzione dei ragazzi i temi della prevenzione, degli stili di vita salutari e dell’alimentazione. In particolare, è stato dedicato un focus al tema del gioco d’azzardo patologico, fenomeno in costante crescita, attraverso un laboratorio dal titolo Sfidiamo la matematica con un gioco! finalizzato a sviluppare la consapevolezza sui possibili rischi del gioco d’azzardo e su quali sono le reali e rarissime probabilità di vincita attraverso il ricorso a modelli matematici. Il laboratorio è stato realizzato in collaborazione con realtà del Terzo Settore nell’ambito del progetto Gioco Sapiens 2.0 (di cui è capofila il Comune di Cremona) e delle iniziative pianificate nel Piano GAP dell’ATS Val Padana in coerenza con le indicazioni regionali. A questo, si sono aggiunti altri due laboratori, sempre in collaborazione con l’ASST di Cremona, incentrati sulla prevenzione della dipendenza tabagica e sui temi della corretta alimentazione, Segnali di fumo, destinato ad evidenziare gli effetti del fumo sui giovani attraverso giochi ed attività interattive, e NutriAMOci, incentrato sull’importanza delle scelte salutari in tema di alimentazione e sulla corretta lettura delle etichette in rapporto a quella che è definita spesa salutare. “Il Salone dello Studente rappresenta una preziosa opportunità per tradurre in concreto la nuova mission dell’ATS. Attraverso i laboratori proposti e realizzati in collaborazione con l’ASST di Cremona, gli operatori possono infatti sviluppare un percorso di comunicazione efficace mediante modalità interattive che permettono lo sviluppo della curiosità e dello spirito critico rispetto alle nuove insidie che i ragazzi sperimentano, per favorire l’apprendimento di comportamenti fondamentali per la tutela della propria salute e del proprio benessere”, commenta Laura Rubagotti, Dirigente della UOSD Promozione della Salute e Sviluppo delle Rete dell’ATS.

SICUREZZA – Tre le tematiche proposte dalla Questura di Cremona per i propri laboratori nell’ambito delle attività di prevenzione della Polizia di Stato, mercoledì 20 novembre l’Ispettore Superiore Alberto Casarotti, Responsabile della Sezione della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Cremona, ha condotto una riflessione con i ragazzi, attraverso la proiezione di filmati ed esempi concreti, su Cyberbullismo e privacy nei social media, sottolineando come il bullismo, nell’era di Internet, venga ancor più amplificato dalla rete; giovedì 21 novembre il Commissario Mariarosaria Parente, Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Cremona, coadiuvata dall’Agente Valeria Girlo, ha affrontato il tema Rispetto delle regole come rispetto degli altriun incontro dedicato in particolare ai vari aspetti del bullismo, fenomeno purtroppo sempre più attuale, ed ai rischi ad esso connessi; venerdì 22 novembre l’Assistente Capo Matteo Mennella e l’Assistente Capo Marco Zoppi, coordinati dal Vice Questore Federica Deledda, Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Cremona, nel corso dell’incontro No diXtraction. Cresciamo insieme verso strade più sicure, grazie alla visione e al commento di alcuni video hanno aiutato i ragazzi a riflettere sulle responsabilità che ogni scelta comporta, concentrandosi in modo particolare sul comportamento da tenere in strada. Sicurezza, legalità e conoscenza delle regole della strada, rischi derivanti dall’uso di sostanze alteranti lo stato psicofisico sono stati tra i principali argomenti del Laboratorio di sicurezza stradale proposto dalla Polizia Locale di Cremona e condotti dal Comandante Pierluigi Sforza e dall’Assistente Sonia Bernardi. Le attività sono state svolte con una modalità fortemente interattiva, con la proiezione e il commento di brevi filmati, che hanno stimolato la riflessione, la discussione e la partecipazione di tutti i ragazzi. Nell’incontro Educare alla legalità economica, a cura del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante Cesare Maragoni ha illustrato la storia e l’attività della Guardia di Finanza a contrasto dell’evasione fiscale, dello sperpero di denaro pubblico, della contraffazione, delle violazioni dei diritti d’autore, degli illeciti in materia di sostanze stupefacenti e, in generale, di ogni forma di criminalità economico-finanziaria.

CULTURA – Nell’ambito dell’ormai tradizionale Laboratorio lampo di fumetto gli operatori del Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, guidati dal coordinatore Michele Ginevra, hanno condotto i partecipanti alla scoperta del linguaggio del fumetto attraverso la presentazione di alcune delle opere più rappresentative. Il laboratorio si è svolto nella tradizionale forma “lampo” con brevissime storie in formato striscia da completare sul momento. I ragazzi hanno così potuto prendere parte ad una piccola e appassionante sfida creativa. Il 21 e 22 novembre, nelle sedi dei Musei Civici, sono stati proposti due differenti laboratori a cura del Settore Cultura e Musei. In Scopri il territorio cremonese! i ragazzi sono stati accompagnati da Cinzia Galli, conservatore del Museo di Storia Naturale, in un percorso sulla lettura del territorio cremonese. “Il laboratorio – commenta Cinzia Galli – è stato pensato per far capire ai ragazzi che cosa c’è ancora di bello e interessante non solo da un punto di vista naturalistico, ma più in generale territoriale, in ambito cremonese. La finalità è far conoscere quali sono i beni da tutelare, anche a fronte della sensibilità ai temi ambientali manifestata dai giovani ”. Grazie a Mettiti in gioco come guida turistica, gli studenti sono stati accolti in Pinacoteca da Serena Carpaneto, guida turistica dell’Associazione Culturale CrArT – Cremona Arte e Turismo “L’idea del nostro laboratorio – afferma Serena Carpaneto – è quella di presentare il percorso formativo che abbiamo dovuto intraprendere per diventare guide turistiche e spiegare, di fronte ai dipinti della Pinacoteca Civica di Cremona, che cosa significa raccontare l’arte e renderla fruibile a tutti”. Il laboratorio, di carattere interattivo, ha permesso ai ragazzi di mettersi alla prova come guide turistiche.

Il Salone si conclude domani, sabato 23 novembre: il mattino sarà dedicato sempre alle scuole prenotate, il pomeriggio apertura a tutte le famiglie e alla cittadinanza con lo

SPECIALE SABATO PER TUTTI

dalle 14.30 alle 19 accesso libero  e gratuito per ragazzi e famiglie al Salone

Sabato 23 novembre 2019 dalle 14.30 alle 19 il Salone dello Studente Junior aprirà le sue porte alle famiglie e alla cittadinanza tutta: sarà possibile visitare l’area espositiva che ospita le scuole secondarie di secondo grado e gli enti di formazione professionale per confrontarsi direttamente con i docenti e raccogliere informazioni e materiale utile. Alle ore 15, in Sala Rodi, dopo un breve momento nel corso del quale l’Assessore all’Istruzione e alle Risorse Umane Maura Ruggeri traccerà un bilancio della XXIV edizione del Salone dello Studente Junior alla presenza delle autorità, è in programma l’incontro Scegliere: una questione di famiglia a cura del Servizio Orientamento dell’Informagiovani del Comune di Cremona. La scelta della scuola secondaria di secondo grado è un momento importante non solo per i ragazzi, ma per tutta la famiglia. Federica Frosi, psicologa dell’orientamento, analizzerà i principali aspetti da prendere in considerazione e offrirà ai genitori, spunti di riflessione sui primi passi da fare, consigli preziosi e strumenti per accompagnare i propri figli nella definizione del percorso scolastico più adatto a valorizzare le proprie capacità.

A seguire, gli esperti in orientamento dell’Informagiovani saranno a disposizione di ragazzi e famiglie per brevi colloqui nel corso dei quali offriranno indicazioni e strumenti utili per conoscere l’offerta formativa territoriale ed affrontare la scelta in modo consapevole ed efficace. Nei giorni successivi al Salone dello Studente, gli esperti saranno disponibili per colloqui di approfondimento che si potranno prenotare all’Informagiovani. I bambini, dalle 15 alle 17, potranno prendere parte al laboratorio creativo L’ho fatto io, nel corso del quale realizzeranno piccole e facili creazioni sperimentando bricolage e sartoria. Il laboratorio, curato da Il Cerchio – Società Cooperativa Sociale, sarà condotto da Elena De Paoli, artigiana creativa titolare del marchio ELENADP CREA.

Il programma completo della manifestazione è disponibile in costante aggiornamento sul sito: www.salone-studente.it

Co – organizzatori e sponsor

Il Salone dello Studente è un’iniziativa organizzata e promossa dall’Informagiovani del Comune di Cremona con il contributo e la collaborazione di Parma Allestimenti (main sponsor), ATS Val Padana, Provincia di Cremona, Ufficio Scolastico Territoriale, Associazione Industriali della provincia di Cremona, Credito Padano – Banca di Credito Cooperativo, Kiwanis Club Cremona, La Provincia – Quotidiano di Cremona e Crema e Centro Commerciale CremonaPo.

Segreteria Organizzativa

Comune di Cremona – Agenzia Servizi Informagiovani

Tel. 0372.407955 – Fax 0372.407960

info@salone-studente.it –www.salone-studente.it

Be Sociable, Share!