Salone dello Studente XXIII edizione

XXIII edizione del Salone dello Studente Junior in dirittura d’arrivo

La XXIII edizione del Salone dello Studente Junior 2018 è in dirittura d’arrivo. Domani, sabato 1° dicembre, dopo un’altra mattinata riservata alle scuole già prenotate, la manifestazione si concluderà con il gran finale del pomeriggio, dalle 14.30 alle 19, con accesso libero a ragazzi e famiglie.

Dal giorno dell’apertura, mercoledì 28 novembre, ad oggi sono circa 1500 gli allievi delle scuole secondarie di primo grado che hanno visitato gli stand al Centro Culturale di S. Maria della Pietà dove hanno avuto modo di incontrare docenti e studenti delle scuole secondarie di secondo grado e degli enti di formazione professionale. Prima o dopo la visita all’area espositiva i ragazzi hanno potuto prendere parte a una, e in alcuni casi anche a più di una, delle numerose attività laboratoriali proposte. Orientamento e professioni, sicurezza, prevenzione, cultura sono tra le principali tematiche affrontate in queste prime tre mattinate.

Per quanto riguarda l’orientamento, nel corso del laboratorio Rimandare mai più, curato dall’Informagiovani del Comune di Cremona e condotto dalla psicologa Marta Benazzi, i ragazzi sono stati guidati in una riflessione sulle proprie esperienze destinate ad ottimizzare i tempi dello studio e strutturare un metodo efficace e funzionale alla gestione delle proprie attività. Nel laboratorio Problem solving e scelte per il futuro, sempre curato dall’Informagiovani la psicologa Silvia Gorno ha dato ai ragazzi consigli e strumenti utili per potenziare le capacità decisionali. Dopo una prima parte teorica, nella quale sono state illustrate le diverse fasi che portano alla soluzione di un problema, gli studenti si sono messi alla prova in prima persona, divisi in piccoli gruppi e sotto la guida della psicologa, che ha offerto loro stimoli e feedback. Un laboratorio altamente interattivo che ha spinto i giovani ad allenarsi al superamento degli ostacoli quando sono chiamati a fare delle scelte.

Dinamiche e fattori che influenzano il passaggio verso la scuola secondaria di secondo grado sono stati al centro del laboratorio interattivo La strada verso la scelta, sempre a cura dell’Informagiovani e condotto da Elena Bassi. L’obiettivo è stato quello di stimolare i ragazzi ad una riflessione sui fattori interni ed esterni che intervengono in un percorso di scelta consapevole.

Il laboratorio, Cortometraggi… che passione!, condotto da Luca Beltrami, partendo dagli spunti offerti da alcuni cortometraggi, ha stimolato i partecipanti a riflettere sulle dinamiche che accompagnano il momento di scelta e su come utilizzare le strategie di problem solving. L’audiovisivo è stato utilizzato come strumento di orientamento attraversoper una riflessione non solo sulla scelta della scuola superiore, ma più in generale su tutte le scelte che i ragazzi si troveranno ad affrontare in futuro.

Sempre in tema di orientamento, il laboratorio Se impariamo a decidere, saremo pronti a scegliere, curato dalla Provincia di Cremona e condotto da Paola Feriancich, Emanuela Rinaldi e Paola Spanu, grazie ad un’attività fortemente interattiva, era finalizzato ad accrescere la consapevolezza degli studenti sulle conseguenze delle decisioni, sull’importanza di adattarsi ai cambiamenti e sulla necessità di pianificare le proprie scelte imparando a valutare risorse, vincoli, aspettative e interessi.

Nel tre mattinate particolare attenzione anche alla promozione della salute. L’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) della Val Padana, avvalendosi della collaborazione dell’Azienda Socio-sanitaria Territoriale (ASST) di Cremona, nel corso di queste mattinate, ha proposto alle classi in visita alcuni laboratori incentrati sui temi della prevenzione, degli stili di vita salutari e dell’alimentazione. Segnali di fumo è il titolo dell’attività dedicata a far comprendere gli effetti dannosi sulla salute, sul corpo umano e sulla pericolosità del fumo passivo, Essere PRONTO aiuta il soccorso è stato dedicato alla conoscenza delle basi del primo soccorso, mentre NutriAMOci si è occupato dell’importanza di abitudini alimentari salutari.

La sicurezza, declinata nei suoi vari aspetti, è stata trattata nei laboratori organizzati dalla Questura di Cremona. Il Commissario Capo Pietro Nen, Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, ha affrontato il tema del rispetto delle regole come rispetto degli altri, mentre l’Ispettore Superiore Alberto Casarotti, Responsabile della Sezione della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Cremona, ha riflettuto con i ragazzi, attraverso la proiezione di filmati ed esempi concreti, su cyberbullismo e privacy nei social media. Questa mattina, l’Assistente Capo Matteo Mennella e l’Agente Federico Franzese, coordinati da Federica Deledda, Comandante della Polizia Stradale di Cremona, hanno condotto l’incontro dal titolo No diXtraction. Cresciamo insieme verso strade più sicure, soprattutto per responsabilizzare i ragazzi sul corretto comportamento da tenere quando circolano per strada.

Sicurezza, legalità e conoscenza delle regole della strada, rischi derivanti dall’uso di sostanze alteranti lo stato psicofisico sono stati tra i principali argomenti degli incontri condotti dagli agenti del Nucleo di Educazione Stradale della Polizia Locale del Comune. Le attività laboratoriali sono state svolte con una modalità interattiva, con la proiezione e il commento di brevi filmati, che hanno stimolato la riflessione, la discussione e la partecipazione di tutti i ragazzi.

Ampio spazio è stato riservato anche alla cultura. Marina Volontè, Conservatore del Museo Archeologico, ha approfondito i diversi aspetti del lavoro dell’archeologo e delle sue competenze, utilizzando come strumento didattico il museo stesso e l’area archeologica presente al suo interno. Sempre nell’ambito delle attività proposte dal Settore Cultura e Musei del Comune di Cremona, si è tenuta la visita alla sezione storica del Museo di Storia Naturale, e sono state poi proposte ai partecipanti una alla lettura del nostro territorio ed una riflessione sulla conservazione della biodiversità.

I ragazzi sono stati accolti in Pinacoteca dalle guide dell’Associazione Culturale CrArT – Cremona Arte e Turismo che hanno spiegato agli alunni in cosa consiste il loro lavoro. Successivamente, i ragazzi, divisi in piccoli gruppi, hanno ricevuto una serie di contenuti inerenti un’opera presente in Pinacoteca da ordinare e trasformare in una visita, così da potersi cimentare essi stessi nel ruolo di guide.

Gli operatori del Centro Fumetto “Andrea Pazienza” hanno guidato i partecipanti alla scoperta del linguaggio del fumetto attraverso la presentazione di alcune delle opere più rappresentative. I ragazzi hanno potuto prendere parte ad una piccola e appassionante sfida creativa completando striscie sul momento.

Infine, grazie al laboratorio ManInArte, curato dalla Diocesi di Cremona e da CrArT – Cremona Arte e Turismo, gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Cremona hanno presentato, in modo interattivo e dinamico, ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado gli studi elaborati su codici scientifici antichi, opere pittoriche, monumenti architettonici di proprietà della Diocesi.

 

GUARDA LA FOTOGALLERY DELLA GIORNATA

Be Sociable, Share!